Condividimi

paura. paura è il primo sentimento, vedo mia figlia, mia moglie, la bambina dentro di lei. paura. prima di internet, dei social network, del chiacchericcio digitale c’erano i giornali, le voci di paese. l’esperto era il vecchio del posto. oggi siamo tutti ignoranti, tutti esperti; io penso tutti esasperati. il lavoro del medico è strano in questo periodo, bardato con uno scafandro addosso, respirando attraverso una mascherina professionale dal filtro saturo, il sudore che si attacca alla pelle, gli occhiali appannati, le mani appiccicaticce nei guanti latexfree; si vive e si lavora in un film di fantascienza con una pessima sceneggiatura. questo è il pensiero di lunedì mattina, di ferie…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: