il secondo trimestre

Condividimi

salve,

siamo arrivati incolumi attraverso i dubbi e le tribolazioni 

passata la 12a settimana si entra nel 2° trimestre (anche se alcuni esami sono eseguibili sino alla 13+5 settimane pur facendo parte del primo trimestre). ora dovrebbe filare tutto relativamente bene, il grande appuntamento è la famosa ecografia morfologica. ammettilo, le tue amiche ti hanno fatto gli occhi a palla con le foto del bimbo a 21 settimane ed ora è arrivato il tuo turno. la morfologica è un’esame routinario che certifica l’andamento della gravidanza in maniera diretta, ovvero presenza, formazione e completezza degli organi, presenza e quantità di liquido amniotico, qualità e sede di inserzione della placenta (esistono delle anomalie di inserzione o di formazione della placenta stessa che tratto qui), ed indiretta, ad esempio le dimensioni fetali che rivelano un diabete gestazionale tardivo o misconusciuto. Un esame accessorio della ecografia è una sua variante evolutiva: il 3d (o 4d od ancora realtime, cambiano soltanto gli algoritmi di elaborazione dei dati e la velocità di elaborazione degli stessi). tale metodica agli occhi dei genitori fornisce una foto da attaccare all’album, ma per un tecnico conferma quella che è già una ecografia 3d nella sua stessa testa; alcune patologie genetiche o metaboliche si manifestano nei caratteri somatici del volto, quindi, come già descritto, per l’ecografista è un esame di conferma. ovviamente non è il volto l’unico bersaglio, mani, piedi, natiche, possono essere facilmente studiati, anche gli organi interni come ad esempio il cervello. ad accompagnare questo percorso si associano anche altri esami che vengono eseguiti, ad esempio la curva glicemica a mezza dose (75 grammi di zucchero disciolti da bere e valutazioni ematiche della glicemia a tempo zero, 30, 60 e 120 minuti), esame non facile e parlo per esperienza personale. la sierologia dei valori negativi durante lo screening il primo trimestre.

le sensazioni che potresti provare in questo trimestre sono molto spesso piacevoli, infatti una certa mobilità intestinale poco a poco comprenderai che non è ciò che tuo marito (a partire dalla 17a settimana, prima è lui colpa sua) ha cucinato ma il “ripieno”, un momento importante poiché questo significa il passaggio non solo mentale di gravidanza, ma sensoriale. chiariamo subito il bambino non si risponde alle domande con un calcetto per “sì” e due per “no”, non è detto che tu lo possa percepire chiaramente ogni minuto, od ogni giorno, quindi è inutile andare in pronto soccorso per ridotti maf (movimenti attivi fetali) a 18 settimane. vedo nella mia professione molte pazienti con delle sfere appese al collo con sonaglio, non ho idea a cosa servano, o quanto possano essere utili; al contrario per le gravidanze di rebecca (dea-della-guerra) e rachele (musa-della-devastazione) mia moglie argentina ha preso una cintura musicale, ossia 4 casse audio rielaborate per far passare i suoni attraverso una maglietta, la cute (ossia la pelle), il grasso, i muscoli, l’utero, la placenta (se anteriore) e liquido amniotico, il bimbo sente i suoni attraverso le orecchie (come per noi sentire i rumori sott’acqua e come sempre sott’acqua…) attraverso la pelle e le estremità ossificate (cranio, ed estremità delle ossa lunghe); forse serve, forse no, ma le mie figlie sono cresciute a bowie, pavarotti, queen, etc…

l’attività contrattile uterina non dovrebbe essere particolarmente percepibile, qualora lo fosse, dolorosa o con regolarità rivolgiti subito in pronto soccorso ostetrico

come sempre se hai dubbi o domande contattami oppure puoi usare il pulsantone in basso a destra per chiacchierare con me

<<il comandante schönauer, annuncia l’iniziale fase di atterraggio, allacciate bene le cinture e rilassatevi preparandovi al probabile impatto, benvenuta nel tuo terzo trimestre>>

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: