la endometriosi, la adenomiosi e la disorgasmia

Condividimi

salve,

se stai leggendo questo post qualcuno ti ha parlato di endometriosi, vuoi l’amica, vuoi una parente, vuoi un medico, chiunque con il quale hai parlato di alcuni tuoi problemi, ad esempio che cerchi un figlio, oppure un dolore intenso al ciclo, tanto intenso da renderti impossibile ogni azione, od ancora dolore ai rapporti sessuali, od ancora etc… come vedi la miscellanea di sintomatologie è varia, quindi prima di avere una diagnosi certa di endometriosi, oppure una certa diagnosi di endometriosi, è meglio fare 2 controlli, in fase diverse del ciclo ovarico. Intendiamoci, ci sono stati evolutivi di tale patologia che non necessitano di due controlli, ne basta uno. sulla base della gravità e sulla tua motivazione ad indagare e trattare la patologie (vedi ricerca di un figlio), potrebbero essere necessarie ulteriori indagini (genetiche, risonanza magnetica, tomografia assiale computerizzata) sino alla laparoscopia diagnostica (ossia un intervento chirurgico per effettuare una diagnosi visiva e relativa biopsia). le sedi della endometriosi sono varie, possono essere focalizzate solo da un lato oppure in tutto l’addome, possono essere rappresentate da una grande cisti ovarica oppure da tante piccole cisti presenti ovunque dentro la pancia (utero, tuba, ovaio, intestino, diaframma, fibre nervose). ti hanno spiegato cosa sia l’endometriosi? è la dislocazione fuori dall’utero dell’endometrio, quel tessuto che come un linoleum circonda tutte le pareti della camera uterina, diventando giorno dopo giorno una moquette, e quindi alla mestruazione riprende come linoleum. ora puoi immaginare che l’endometrio viene buttato fuori dall’utero con delle contrazioni che possono essere più o meno dolorose, ma allo stesso tempo, una cellula endometriale che si sfalda al di fuori dell’utero non ha dove “uscire” e si formano così le cisti le quali possono rompersi e diffondere l’endometriosi a sedi fino a quel momento libere. altra variante presente è l’adenomiosi, ossia la presenza delle cellule endometriali all’interno della parete uterina. mi spiego meglio, torniamo alla camera rapidamente descritta prima, quella col linoleum alle pareti, bene sotto il linoleum trovi i mattoni ossia le cellule e fibre muscolari, nel caso di adenomiosi, il linoleum è presente tra un mattone e l’altro. questa forma è più subdola poiché limita più delle altre anche un aspetto della paziente, quello sessuale; infatti la disorgasmia è una patologia che trasforma, in questo caso su motivazione cellulare, l’orgasmo in dolore creando non poche ansie ed angosce non solo alla donna ma anche al partner.

per approfondire le problematiche sessuali clicca qui

le terapie per la endometriosi sono varie, personali per ogni paziente per via dei varii paràmetri, quindi potrebbe essere suggeribile una terapia con anticoncezionale, o con farmaci più forti che sopprimono la attività ovarica e pongono uno stato menopausale, ovviamente le terapie chirurgiche laparoscopiche o laparotomiche, ultima ma non certo meno importante come terapia (o per lo meno sospensione) della endometriosi è la gravidanza. Se sei interessata a comprendere un po’ più della procreazione medicalmente assistita clicca qui

se, invece, hai ulteriori domande o dubbi sulla endometriosi clicca sul pulsantone in basso a destra oppure contattami, se hai il dubbio che una persona che tu conosci possa soffrirne condividimi via social.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: